Aree di trattamento

Approfondimento:
Trattamento cicatrici

La comparsa di una cicatrice rappresenta il normale esito finale di guarigione di una ferita. La guarigione di una ferita con margini netti, strettamente giustapposti e non infetta viene definita di prima intenzione. La guarigione di una ferita con ampia perdita di tessuto, con infezione secondaria e con margini che non sono strettamente giustapposti viene definita di seconda intenzione. La guarigione di prima e seconda intenzione avviene con gli stessi meccanismi, che però differiscono per intensità e durata.
 
Se i meccanismi che determinano la formazione della cicatrice non vengono adeguatamente controllati si verifica un’eccessiva produzione di tessuto cicatriziale che dà luogo alla formazione delle cosiddette cicatrici ipertrofiche e dei cheloidi. La loro formazione risente di numerose variabili di tipo individuale, ma è anche in relazione con le caratteristiche della ferita, in particolare se questa presenta le caratteristiche di una guarigione per seconda intenzione.
 
Il trattamento di queste lesioni  è complesso ed è influenzato da sede, dimensioni e profondità dei cheloidi ma anche dall’età del soggetto e dalle risposte a trattamenti precedenti. E’ importante cercare di prevenire la comparsa di cicatrici ipertrofiche e cheloidi sia cercando di ricondurre la ferita alle caratteristiche di una guarigione di prima intenzione che mettendo in atto misure che possano ripristinare la corretta intensità e durata dei processi riparativi.

 

COD: IST04/15 Autorizzazione del 21/12/2015

Sezione principale

Per tornare al documento principale: clicca qui.